Artedì, l’Arte di reimpiegare il Tempo

Da artigiani in erba ad artigiani esperti.. la mia conoscenza si infittisce sempre più! Oggi vi vorrei accompagnare in un “viaggio nel tempo”.. no beh, non vi faccio ringiovanire di 10 anni in un colpo solo, ma vi propongo un nuovo approccio al tempo, un nuovo approccio a quel famigerato strumento che tutti amiamo e odiamo allo stesso tempo, l’orologio! Ci sono volte in cui non vorresti mai che le lancette proseguissero la loro corsa e volte in cui preghi in ogni modo che le lancette si affrettino a procedere nel vortice del futuro.

Tatiana di Artedì, Arte in Divenire ci propone un altro approccio ancora, direi, molto più nobile e artistico..

Incuriosita da questa modalità di concepire l’oggetto che portiamo al polso, Tulipando ha deciso di racchiudere il tutto in un’intervista per la categoria “Arti e Mestieri”.

Quando hai dato inizio alla tua attività di Artedì?

Ho sempre creato piccole collezioni, ma 6 anni fa ho avviato formalmente la mia attività, aprendo un'impresa individuale. Ho cessato l'attività di educatrice ambientale e mi sono interamente dedicata al mondo artigiano.

Cosa ti ci ha portato a questo cambiamento radicale?

Ho partecipato ad un bando per accedere ad un progetto di reimpiego di aree industriali. Sono stata selezionata e per 4 anni ho condiviso uno spazio creativo in collaborazione con artisti, artigiani e designers di varia provenienza. Un'esperienza formativa e stimolate, che mi ha donato linfa per aprire poi un laboratorio tutto mio.

Qual è la filosofia che si cela dietro le tue creazioni?

Artedì: arte in divenire
É la mente che vede oltre l'oggetto.
É il pensiero incondizionato, privo di regole,
che rende tutto possibile.
É una libera associazione di idee.
É laddove le forme sono in continuo divenire.
Sovente è una visione.

Come interpreti il concetto del riciclo creativo?

In realtà si tratta di riuso creativo. Amo ricercare e conservare oggetti che abbiano un trascorso.
Le mie creazioni nascono dalla volontà di vedere la materia oltre l'oggetto d'origine, dalla sensibilità di coglierne le potenzialità e dall'abilità di trasformare le emozioni in oggetti artistici.
Progetto e realizzo accessori e gioielli non convenzionali, trasformando materiali di recupero di qualità (orologi e sveglie vintage, vecchi utensili, cd e dvd modellati a caldo, camere d'aria, matite colorate, ritagli di stoffe sartoriali, contenitori di latta, campionari, ecc), e materiali destinati ad altri utilizzi, mediante tecniche artigianali tradizionali e personali tecniche sperimentali.

Parlaci principalmente della scelta di creare gioielli con quadranti d'orologio.

Nel concepire le creazioni di Artedì, gli orologi e le sveglie, come tutti i materiali che impiego, sono capitati per caso (anche se ritengo che il caso non esista!) lungo il mio percorso di ricerca e mi sono lasciata affascinare dalla ricercatezza dei loro dettagli. Sono strumenti che quando osservo e manipolo, mi comunicano grandi potenzialità ed è la ragione per cui, dopo 3 anni, continuano ad essere presenti nelle mie collezioni.
Sono oggetti difficili da rinvenire. Quelli vintage sono pochi e piuttosto costosi e spesso rappresentano pezzi di ricambio preziosi per gli orologiai, i quali difficilmente se ne separano. A volte sono complicati da smontare e richiedono tecnica e precisione, che si acquisisce solo con l'esperienza e la passione.

Definisci la tua attività Artedì, Arte in Divenire, con 3 parole.

Libera, mutevole, terapeutica.

Cosa ti piace di più del tuo lavoro?

Più di ogni altra cosa, del mio lavoro, amo la libertà d'espressione: lasciare che le mie emozioni mi guidino nella ricerca, nell'ideazione e nella produzione.

Dove ti possiamo trovare nel prossimo futuro?

Chissà!
Potreste trovarmi al Sabato di Lambrat, all'East Market Milano, alla Festa lunga un giorno, al Garage delle Gemelle in Balera dell'Ortica, agli eventi della Salumeria del Desig: eventi che si svolgono tutti a Milano e dintorni. Mi piace provare sempre nuove esperienze, soprattutto quelle più insolite... Nel periodo natalizio in genere partecipo all'Artigiano in Fiera e al Green Christmas.
Sicuramente a febbraio sarò alla Fiera del Fumetto di Novegro, a marzo esporrò nell'area Critical Fashion di Fà la cosa giusta e ad aprile tornerò a Lambrate, per il Fuorisalone.

In ogni caso, seguendomi sulla mia pagina Facebook, saprete sempre dove trovarmi.
Se invece vorrete visitare il mio laboratorio/esposizione di Artedì, Arte in Divenire potrete contattarmi per concordare un appuntamento: tatianastoppa@artedi.animarte.net

 

Non mi permetto di aggiungere nulla se non, “La cattiva notizia è che il tempo vola, la buona notizia è che ne sei il pilota”.

 

Buon tempo a tutti! 😉

 

Artedì_Tulipando
Anelli Artedì_Tulipando
Mongolfiera Artedì_Tulipando
Mongolfiera Artedì_Tulipando

Trackback from your site.

Leave a Reply

Registered with Copyright Safeguard
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: