Gioie da Tavolo e Gioie da indossare

Gioie da Tavolo - Alzi la mano chi non ha nostalgia delle serate davanti al camino di fronte ad un gioco di società con la famiglia! Saranno gli smartphone, sarà che sono fuori moda, ci saranno varie ragioni, ma sicuramente nessuno mai dimenticherà la sua pedina preferita al monopoli! Io adoravo il funghetto!

C’è qualcuno però, che delle pedine dei giochi di società ci ha fatto un motivo di lavoro creativo! Marco di Gioie da Tavolo la ama talmente tanto che le vedeva in ogni dove, anche alle orecchie e al collo di noi donnine! Volete scoprire qualcosa di più? Leggete un po’ l’intervista che gli ho proposto!

Quando hai deciso di cominciare la tua bizzarra attività?

Beh, la nascita di Gioie da Tavolo è relativamente recente, direi che i primi orecchini con le casette del Monopoli risalgono all’estate 2016. Gravito però nel mondo dell’handmade da qualche anno ormai, affiancando la mia compagna di Clouds&Roses. Diciamo che, sull’onda della sua attività, ho deciso ad un certo punto che mi sentivo pronto per partire con delle creazioni personali!

Quale motivo ti ha portato a scatenare il tuo genio creativo?

La mia presenza durante gli eventi e i mercatini che celebrano le realtà handmande è sempre stata costante, ma a livello di produzione non mi sono mai trovato completamente a mio agio con la stoffa e le macchine da cucire. Volevo però portare un mio contributo maggiore a questo nostro piccolo mondo e l’ho fatto attraverso la “mia” strada pur rimanendo attaccato al Brand che abbiamo fatto nascere tempo fa (le mie creazioni infatti si chiamo Gioie da Tavolo by Clouds&Roses).

Gioie da tavolo_Tulipando
Gioie da Tavolo lab_Tulipando

Qual è la filosofia che si cela dietro le tue creazioni?

Più che una filosofia direi che c’è un amore vero e proprio verso i giochi da tavolo, e quando ami i boardgame inevitabilmente cominci ad amare i loro componenti: questi piccoli oggettini in legno colorato diventano familiari ed è bello vederli trasformati in bijoux. Ancora più bello è vedere una ragazza che felicemente indossa degli orecchini con gli omini di Carcassonne e non si vergogna del suo lato ludico.

Come interpreti il concetto di riciclo creativo?

Nel mio caso il riciclo si basa più sul “cambio di destinazione” che non su una pesante modifica dell’oggetto. Tutti i pezzi dei giochi che vado a riutilizzare rimangono immutati, restano perfettamente riconoscibili. In genere vengono bucati per poter essere montati su un orecchino o per diventare dei ciondoli di collane o charms di braccialetti. Credo che proprio questo sia il bello di questi oggetti: indossare un gioiello giocoso sapendo che verrà riconosciuto per la sua destinazione originale!

Definisci la tua attività con 3 parole.

Divertente – Colorata – Emozionale

Quale aspetto ti piace di più nel tuo lavoro?

Credo che siano due gli aspetti più belli per chi, come me, fa dell’handmade. Il primo è sicuramente il momento della creazione. Quando sei seduto al tavolo da lavoro con i tuoi attrezzi e i tuoi materiali, beh, a quel punto tutto quello che c’è intorno scompare e rimani tu con la tua fantasia e la tua tranquillità. Il secondo momento è ovviamente il contatto e il confronto con i clienti. Adoro rimanere a chiacchierare con chi si ferma al mio banco, mi piace parlare con loro di giochi e di ciò che ci gira intorno. Non puoi immaginare quanti ricordi riaffiorino semplicemente vedendo una lettera dello Scarabeo o delle lauree del Trivial Pursuit.

Dove ti possiamo trovare nel prossimo futuro? 

Gennaio per noi creativi è un mese fatto di pochi eventi e di molto lavoro “nascosto”. Non ho ancora delle date per i prossimi mesi, ma sulla mia pagina Facebook darò tutte le informazioni necessarie per venire a trovare me e le mie piccole Gioie non appena possibile!

 

 

Gioie da tavolo mercatini_Tulipando

Trackback from your site.

Leave a Reply

Registered with Copyright Safeguard
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: