Alla corte di Escher il Grande – Den Haag

Con l’ultimo post del 2016, torniamo a viaggiare! È più forte di me, ma ormai lo sapete, l’Olanda fa parte del mio essere e non mi stancherò mai di trovarla interessante, ma soprattutto di considerarla “casa mia”!

Nonostante non sia propriamente la mia città preferita, oggi vi porto a Den Haag, o meglio L’Aia, come la conosciamo qui in Italia. Den Haag è la città dove risiedono sia il Governo sia il Re d’Olanda e dove gioca la squadra di calcio Ado Den Haag.

 

La breve ma doverosa introduzione prosegue con i classici punti che dovete aver visto all’Aia, lista che comprende sicuramente tre luoghi principali. Il primo è il cortile interno della Casa del Parlamento, Binnenhof, con il suo pozzo dorato al centro e il laghetto con le fontane a fargli da cornice. Un secondo palazzo di rilievo per la città di Den Haag è il Vredespaleis (Palazzo della Pace), il sontuoso palazzo che ospita la sede della Corte Internazionale di Giustizia, la sua Accademia e la sua Biblioteca. Il terzo e ultimo must è il Passage, ovvero la galleria di negozi più lussuosi, che ha preso palesemente spunto dalla nostra Galleria milanese (che rimane comunque unica al mondo!).

Binnenhof-Den Haag_Tulipando
Vredespaleis-Den Haag_Tulipando
Den Haag_Tulipando

Non solo il Passage è zona calda per gli amanti dello shopping sfrenato, ma anche le vie circostanti non sono da meno. Anch’io non ho potuto fare evitare le fiumane di gente che imperversavano tra un negozio e l’altro, ma preferisco di gran lunga scovarvi delle chicche. Proprio nella galleria, sono tornata in un posto scovato quest’estate, il Dok Cookware: in questo magazzino delle meraviglie anche chi non ama cucinare diventerà amante degli utensili da cucina. Non avrete assolutamente idea di dove poggiare gli occhi laggiù! Io ci ho visto aggeggi di cui non potrei mai immaginare l’utilizzo e mi sono limitata a comprare un librino di ricette per sfiziosi snack dolci e salati.

 

Ma se degli utensili ve ne fate poco e amate più che altro soddisfare il palato, vi consiglio un posticino. Happy Tosti è un locale semplice, ma dal grande cuore. Oltre a guastarvi toast gourmet dagli ingredienti biologici e gustosi, verrete serviti da ragazzi con qualche handicap mentale o fisico. Grande responsabilità nei confronti della società e della nostra salute. Chapeau!

Dok Cookware - Den Haag_Tulipando
Happy Tosti - Den Haag_Tulipando

Con le pance piene e l’anima sorridente, vi consiglio di visitare ora il surreale mondo del genio pittore Escher al museo “Escher in het Paleis”. Forse qualcuno di voi già lo conosce perché è stato alla mostra a lui dedicata a Milano. Per chi non lo sapesse, un palazzo del ‘700 ospita le opere del visionario, analista, metamorfico, illusionista, la cui visione distorta ma così reale della natura, è invidiata da tutto il mondo. Io lo adoro, è ufficiale! Il museo è interessante soprattutto per l’alto tasso di interattività dei corner allestiti. Potete guardarvi nella sua famosa palla d’argento o sentirvi giganti nei confronti del vostro compagno di avventure nella stessa stanza.

metamorfosi Escher_Tulipando

Per ora non vi svelo altro, ma vi ricordo che a pochi minuti di tram dal centro città si raggiunge Scheveningen, famosa località marittima della costa del Mare del Nord. Meta molto animata in qualsiasi momento dell’anno. Ci potete bere qualcosa lungo la spiaggia, fare bunjee jumping, fare un giro sulla ruota panoramica, vedere fantastici fuochi d’artificio d’estate e fare il bagno, ovviamente. Così ovvio però non sarebbe fare il bagno nei mesi invernali… e invece, il primo giorno dell’anno quei pazzi degli olandesi si recano proprio lì per il “primo bagno dell’anno” o Nieuwjaarsduik (vedi il video)! Tutti pronti col costume? Io se volete vi faccio il video!!  😛 

 

Son curiosissima di sapere cosa ne pensate di questa città! Quanti ci sono stati?

Trackback from your site.

Leave a Reply

Registered with Copyright Safeguard
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: